blog  
 
 
Quando un progetto rimanda a un'idea
26/01/2013 | 11:07 | Stampa

In questi giorni i giornali sono ricchi di cantieri, progetti, rifacimenti; in parte opere già avviate, quale la sesta porta, altre ancora da attivare, come i lavori per l’Incile: insomma è un gran fervere di iniziative.

In questi giorni i giornali sono ricchi di cantieri, progetti, rifacimenti; in parte opere già avviate, quale la sesta porta, altre ancora da attivare, come i lavori per l’Incile: insomma è un gran fervere di iniziative. In questo quadro si colloca la proposta dell’Associazione Allievi ed Amici di Scienze per la Pace  di dedicare una delle caserme in dismissione della Città di Pisa alla creazione di un’Accademia di Scienze per la Pace, un progetto collegato al progetto Unesco “Building Peace in the minds of people”, in modo da costruire a Pisa “un terzo polo internazionale di ricerca” su un tema sensibile e veramente smart quale l’educazione alla pace e la costruzione di competenze per la risoluzione non violenta dei conflitti.

Sempre di questi giorni è l’apertura che Bersani ha fatto alla possibilità di rivedere le spese militari per gli F35, macchine di morte il cui costo esorbitante per la collettività rappresenta oggi, in tempi di crisi, una pietra dello scandalo. Il tutto mentre rombano i motori degli eserciti europei per la crisi in Mali.

Questi sono temi cari a SEL e la questione posta dalla associazione Amici di Scienze per la Pace chiude il circuito locale/nazionale: come riusare immobili pubblici per costruire pezzi di economie che puntano sull’innovazione e sulla conoscenza, senza consumo di territorio, ma anzi facendo del patrimonio pubblico in dismissione il volano di un nuovo modello di sviluppo.

Il progetto Caserme, con la prospettiva della nuova caserma a Ospedaletto langue, mentre all’ordine del giorno è il nuovo piano strutturale d’area. A noi pare, per tutti i motivi accennati sopra, che sia venuto il momento di rivedere quel progetto e cogliere l’opportunità che un’Accademia della Pace di livello internazionale, a pochi passi dalla torre, darebbe alla città e a tutte le forze del centrosinistra pisano.

Simonetta Ghezzani
Coordinatrice Circolo SEL Pisa Città

Dario Danti,  Michele Fortezza,  Corrada Giammarinaro, Sandro Modafferi,  Carlo Scaramuzzino
Candidati SEL alla Camera e Senato Elezioni politiche 2013

Commenti
27/01/2013 | 14:41
Centro Gandhi onlus ha scritto:
Ringraziamo i candidati che hanno raccolto e rilanciato la proposta di Pisa città per la pace, fatta dall%u2019Associazione Allievi ed Amici di Scienze per la Pace, per riconvertire una delle caserme in dismissione della Città di Pisa alla creazione di un%u2019Accademia di Scienze per la Pace, per dare forza alla vita finora precaria dei corsi di laurea in scienze per la pace, nati da più di dieci anni presso l'Università di Pisa, unici in Italia. Auspichiamo uguali prese di posizione da parte delle altre forze politiche a comiciare dal partito democratico. Centro Gandhi onlus