blog  
 
 
Primo: lavoro e reddito
10/02/2013 | 19:21 | Stampa

Siamo nel pieno di una crisi che colpisce un settore dopo l’altro. Nel 2012 nel nostro paese ci sono state un miliardo e novanta milioni di ore di Cassa Integrazione che hanno coinvolto più di 2 milioni di lavoratori; moltissimi di essi rischiano di passare dalla CIG alla mobilità e di aggiungersi alle centinaia di migliaia che hanno perso il lavoro nell’anno passato.

Siamo nel pieno di una crisi che colpisce un settore dopo l’altro. Nel 2012 nel nostro paese ci sono state un miliardo e novanta milioni di ore di Cassa Integrazione che hanno coinvolto più di 2 milioni di lavoratori; moltissimi di essi rischiano di passare dalla CIG alla mobilità e di aggiungersi alle centinaia di migliaia che hanno perso il lavoro nell’anno passato. Nell’ultimo anno, infatti, la disoccupazione è aumentata del 26% e il tasso di disoccupazione giovanile  ha raggiunto il 37%.

Il lavoro che c’è è spesso lavoro povero, poco pagato e insicuro. Nel 2012 solo il 17,2% delle nuove assunzioni è stata a tempo indeterminato. Inoltre, l’Italia resta in fondo alla classifica Ocse sui salari: 23° posto su 34 Paesi membri dell’organizzazione.

Non si esce dalla crisi senza riconversione ecologica dell’economia, senza investimenti in istruzione e ricerca, senza innovazione e cambiamento del modello di sviluppo, senza qualità del lavoro.

Per questo Sinistra Ecologia Libertà propone un Piano per il lavoro che crei occupazione buona e qualificata, con investimenti pubblici capaci di stimolare quelli privati per la messa in sicurezza del territorio, per l’efficientamento energetico degli immobili, per la cura del nostro paesaggio e la riqualificazione urbana delle città.

Ci batteremo, come SEL, per la lotta alla precarietà nell’ingresso al lavoro, riducendo le tipologie di contratti possibili e mettendo al centro il rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Siamo per l’abrogazione dell’articolo 8 della Legge 138 del luglio 2011 che consente sulla base di accordi locali lo svuotamento del contratto nazionale e dello Statuto dei Lavoratori. Inoltre, siamo per il ripristino dell’articolo 18 sui licenziamenti senza giusta causa e la sua estensione alle aziende al di sotto dei quindici dipendenti. Vogliamo una legge quadro per la democrazia sindacale per il diritto di voto delle persone sugli accordi sindacali e la legge sulla rappresentanza sindacale per il diritto di ciascun lavoratore di eleggere propri rappresentanti.

Sinistra ecologia Libertà è per l’estensione universale degli ammortizzatori sociali a tutte le tipologie dei rapporti di lavoro, per l’istituzione, anche in Italia, del Reddito Minimo Garantito per combattere la povertà ma soprattutto il ricatto della precarietà.


I candidati e le candidate di SEL alla Camera e al Senato della provincia di Pisa 

Elisa Bertelli 

Dario Danti

Michele Fortezza 

Corrada Giammarinaro 

Sandro Modafferi

Carlo Scaramuzzino

Renzo Ulivieri

Commenti