blog  
 
 
Per Giorgio Gaber
26/07/2013 | 12:58 | Stampa

Il Comune di Pisa incontra la Fondazione Gaber: avviati progetti in comune

Il Sindaco Marco Filippeschi, e l’assessore alla Cultura, Dario Danti, hanno incontrato il presidente della Fondazione Gaber, Paolo Dal Bon, e Dolores Redaelli, del Consiglio di amministrazione della Fondazione, per avviare una stretta collaborazione fra i due enti.

Allo studio vi è un progetto integrato volto a coinvolgere giovani ed a tenere vivi pensieri, parole e musiche del grande artista milanese, che aveva scelto proprio la Toscana come uno dei luoghi della sua ricerca.

Pisa, 26 luglio 2013 - Il comunicato dell'Amministrazione Comunale - Oggi, venerdì 26 luglio 2013, il Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, e l’assessore alla Cultura, Dario Danti, hanno incontrato il presidente della Fondazione Gaber, Paolo Dal Bon, e Dolores Redaelli, del Consiglio di amministrazione della Fondazione, per avviare una stretta collaborazione fra i due enti.

Questo incontro assume un significato particolare essendo quest’anno il decennale della morte di Giorgio Gaber. Allo studio vi è un progetto integrato che possa concretizzarsi a partire dai prossimi mesi per vivere durante il 2014 con una pluralità di iniziative ed eventi attraverso il diretto coinvolgimento dei giovani, anche con la possibilità di realizzare laboratori e lezioni. Un percorso, insomma, volto a tenere vivi pensieri, parole e musiche del grande artista milanese, che aveva scelto proprio la Toscana come uno dei luoghi della sua ricerca.

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo l’attività svolta dall’omonima associazione culturale costituitasi all’indomani della scomparsa dell’artista. Scopo principale della Fondazione è la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell’opera dell’artista attraverso pubblicazioni editoriali, video e discografiche, attività didattica, mostre, festival, rassegne, convegni, spettacoli teatrali.

Commenti
11/07/2014 | 01:11
Il tuo nomea ino scuciti ha scritto:
Dio bono ganzo dé