blog  
 
 
«Sarà una Pisa sfavillante»
23/08/2013 | 13:35 | Stampa

Danti: «Inauguriamo un metodo». Ospite d'onore l'assessore Scaletti

L'ARCOBALENO è pronto a colorare Pisa. Ieri, nella sala stampa del Comune, è stata presentata ufficialmente la tre giorni della festa Arcobaleno d'Estate. Pisa è in testa come numero di appuntamenti che coinvolgono l'intera provincia, dai comuni limitrofi al litorale. L'ultima grande novità è la presenza alla cena sul Ponte di Mezzo di Cristina Scaletti, assessore regionale a Cultura, Commercio e Turismo, «che ha scelto - come ricorda Dario Danti, assessore alla Cultura del Comune di Pisa - di dare il via alla kermesse Arcobaleno proprio da qui». «Abbiamo costruito un "modello Arcobaleno" - continua Danti - importantissimo per la città. Si è costituita un'iniziativa d'area nella quale tutti i soggetti hanno impiegato le loro energie migliori, con la cultura che si declina in divertimento, socialità e buona cucina. Non deve essere una cosa estemporanea, ma una base per il futuro». «Pisa ha dimostrato di avere energie e potenzialità che forse nemmeno i pisani immaginavano di possedere aggiunge Diego Casali, caposervizio de La Nazione di Pisa -. Mi auguro che per le istituzioni questo modus operandi sia riproponibile per il futuro: ovvero catalizzare in un solo colpo tutte le energie della città. Siamo riusciti ad andare oltre il campanile lavorando insieme». E il possibile maltempo? «Se proprio deve piovere - ha concluso Casali - speriamo in un bell'arcobaleno prima dei tuffo fanale».

Assessore, oggi è il primo dei tre giorni di eventi. Cosa ci dobbiamo aspettare?

«Come prima cosa vorrei far rilevare la novità del "metodo-Arcobaleno". Abbiamo strutturato una cabina di regia non ingessata fra 3-4 soggetti, ma aperta a tutti coloro che volevano partecipare, senza pretese dirigiste, ma costruendo un cartellone partecipato. In secondo luogo, abbiamo fatto eventi di area, coinvolgendo anche i comuni della zona pisana».

Concentriamoci sulla città di Pisa: quali sono le iniziative più importanti?

«Tutte le iniziative sono importanti. Abbiamo provato a mettere insieme appuntamenti culturali e attrazioni molteplici frutto della creatività del nostro tessuto produttivo e imprenditoriale. E nato un cartellone straordinario».

Qualche esempio?

«L'Accademia del Giuoco di Pisa organizza un pomeriggio all'insegna dei giochi da tavolo di tutto il mondo. Poi i trenini arcobaleno per bambini e genitori con l'aperispuma. E ancora: tornei di biglie e degustazioni enogastronomiche in collaborazione con Slow Food. Senza tralasciare la cena di stasera organizzata da Confcommercio in Ponte di Mezzo con oltre 500 prenotazioni, i pullman rossi del Citysightseeing in azione (oggi) e il battello fluviale che parte dallo Scalo dei Renaioli (domani). Eventi quest'ultimi promossi da Federalberghi e Confesercenti, che ci accompagneranno fino al Litorale con i fuochi Arcobaleno».

Per non parlare di musei, monumenti e performance culturali...

«Domani, sabato, orari serali delle Domus Galileiana e Mazziniana, prolungamento di un'ora dell'apertura della Torre (illuminata) fino alle 23, aperitivo culturale al Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi, dove è in corso la mostra `Lasciare un segno' con le recenti donazioni. E poi la tre gironi dedicata alle `Città invisibili' di Italo Calvino nello spazio espositivo Sopra le Logge curata da CivicoLab. Stasera ad Arno Vivo un evento all'insegna della Street Culture con musica e la performance dal vivo del giovane writer romano Mr. Thoms».

Stasera, oltre alla cena sul ponte, evento clou, c'è il bis della notte bianca delle librerie...

«Oggi si comincia alle 18 alla Biblioteca Comunale sulle Piagge con le quattro biciclette ufficiali del `Giro d'Italia in 80 Librerie' (un evento che terremo a metà settembre) che verranno allestite con appositi diffusori di parole. E poi La Ghibellina, L'Orsa Minore e Ubik saranno aperte fino a tardi con musica e letture».

E il litorale? Che ruolo giocherà?

«Un ruolo da protagonista. Domani il tuffo collettivo alle 17.30 e poi aquathlon (run-swim-run) e corsa podistica non competitive, aperitivi e cene con animazione, spettacoli e musica in tutti gli stabilimenti balneari. E il grande spettacolo dei fuochi Arcobaleno. Che la festa cominci, insomma!»

 

Da La Nazione, 23 agosto 2013

Intervista di Francesco Bondielli

Commenti