blog  
 
 
Vangeli di strada
21/09/2013 | 20:49 | Stampa

Un'azione scenica itinerante con attori, persone affette da disabilità, animali e spettatori che vogliono unirsi. La carovana arriva a Pisa venerdì 27 settembre

Vangeli di strada è una sacra rappresentazione laica che avrà luogo venerdì 27 settembre a Pisa. Una carovana composta da venti animali, tra cavalli, buoi, cani e oche, trenta persone che appartengono alle comunità che vi partecipano e dieci artisti oltre a tutti gli spettatori che vorranno aggregarsi. Due stazioni in cui avverranno le azioni sceniche, Piazza dei Miracoli e Piazza dei Cavalieri.

Si parte alle ore 17.30 in Piazza Arcivescovado e si conclude sul Sagrato della Chiesa di Santa Caterina con una azione scenica finale prevista alle ore 18.30 dopo che un particolarissimo corteo di persone, carrozze, animali e artisti   avranno attraversato Via Santa Maria, Via Corsica, Piazza dei Cavalieri, Via Consoli del Mare e via San Lorenzo.“

Organizzato dalla Fondazione Emilia Bosis, l'evento è patrocinato dal Comune di Pisa, dalla Provincia e dalla Curia pisana, è prodotta da AnimaliCelesti/teatro d’arte civile e dalla Fondazione Emilia Bosis di Bergamo – Comunità terapeutica Il Germoglio.

«Pisa - ricorda l'assessore alla cultura Dario Danti - è un luogo fertile dal punto di vista delle inziaitive legate al sociale e alla disabilità: sono tanti gli eventi che vertono su queste tematiche. Mi piace pensare a quest'evento come una processione laica che mette insieme le varie forme di vita che abitano questa terra. E' la prima volta che si fa un'esperienza così importante: inclusione e universalismo non omologanti, che salvaguardano le singolarità all'interno della comunità. Un messaggio universale che parte da Pisa e che porta con sè le esperienze e le potenzialità delle persone che vi hanno preso parte».

«L'esperienza dei Vangeli di strada nasce lo scorso anno - racconta Alessandro Garzella - ed il 27 settembre arriva a Pisa: un percorso che attraverserà la città e coinvolgerà il pubblico. Pubblico che reagisce ogni volta in modi diversi. Uno scambio tra la città e la diversità: l'una arricchisce l'altra. Tanti professionisti collaborano all'interno di questo progetto, anche attori d'arte equestre importanti a livello internazionale, come lo spagnolo Ventura». 

Francesca Paolini

Pisa, 21 settembre 2013 - Il comunicato degli organizzatori - Venerdì 27 settembre, con il patrocinio della Curia pisana, del Comune e della Provincia di Pisa, la FONDAZIONE EMILIA BOSIS di Bergamo, in collaborazione con ANIMALI CELESTI/teatro d’arte civile, presenta VANGELI DI STRADA una performance itinerante creata da Alessandro Garzella con attori, musicisti, educatori, persone con disturbi mentali e animali impegnati nei percorsi di riabilitazione svolti nelle comunità della Fondazione presieduta da Pier Giacomo Lucchini, ideatore dell’appuntamento pisano. 

La performance avrà inizio alle ore 17,30 in Piazza Arcivescovado per poi concludersi sul Sagrato della Chiesa di Santa Caterina con una azione scenica finale prevista alle ore 18,30 dopo che un particolarissimo corteo di persone, carrozze, animali e artisti  avranno attraversato Via Santa Maria, Via Corsica, Piazza dei Cavalieri, Via Consoli del Mare e via San Lorenzo. La compagnia diretta da Alessandro Garzella prosegue la ricerca sul binomio arte e follia attraverso progetti e sperimentazioni sceniche che si sviluppano tra la Toscana e la Lombardia, dove sta realizzando una residenza artistica in una delle comunità terapeutiche gestite dalla Fondazione.  Collaborano all’organizzazione dell’appuntamento pisano l’associazione culturale L’Alba, il Cinema Teatro Lux, le Chiese di San Cataldo e Santa Caterina, L’Ente Parco di Migliarino San Rossore Vecchiano e ATTO, corso di formazione professionale per “attori di integrazione sociale” realizzato attraverso il FSE dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Pisa grazie alla progettazione della Clinica Psichiatrica dell’Università di Pisa, di Animali Celesti e di Copernico.

Nella versione itinerante VANGELI DI STRADA è una sorta di sacra rappresentazione di impronta laica, con due stazioni e un’azione scenica finale: una carovana di figure sceniche e animali percorre le vie della città annunciando l’imminente arrivo di un nuovo mondo, che tutti vorremmo fosse più bello e più giusto di quello in cui viviamo. Il denaro è dio, l’arte, l’ambiente e l’esistenza umana sono merce. Molte persone subiscono la violenza di questa idea scellerata, pagando la loro impossibilità di condividerne il senso. Forse i matti sono messaggeri degli dei, inviati in questa civiltà incomprensibile e vuota: Emilia, fondatrice di una comunità psichiatrica, ha vissuto e vive per affermare il bisogno di spiritualità: nell’irrazionalità dei suoi pensieri si nasconde una forza invisibile che congiunge anima e animalità, libertà e prigionia, violenza e dolcezza, saggezza e follia. Tra i misteri della sua vita si nasconde anche il segreto che talvolta affiora negli occhi dei diversi, nelle scritture dei barboni, nei suoni degli zingari: ultimi eroi, sopravvissuti allo sterminio degli infami.

La FONDAZIONE EMILIA BOSIS è un organismo istituzionale no profit che, raccogliendo l'eredità storica e culturale della Comunità Logos dell'ex Ospedale Neuro-psichiatrico di Bergamo, è delegata ad occuparsi direttamente delle persone che soffrono a causa di disturbi mentali, intervenendo sulle manifestazioni psicopatologiche e sociali del paziente attraverso mirate metodologie di intervento terapeutico e socio-riabilitativo. 

ANIMALI CELESTI/teatro d’arte civile è  un’associazione culturale diretta da Alessandro Garzella, autore di opere e progetti di impegno artistico e civile. Collabora con l’ASL 5 di Pisa-Centro diurno di San Frediano a Settimo, il Comune di Capannori e la Clinica Psichiatrica dell’Università di Pisa con la quale condivide una ricerca sulla metodologia del gioco del sintomo in ambito comportamentale, espressivo e relazionale.

FONDAZIONE BOSIS e ANIMALI CELESTI sono: un laboratorio di ricerca artistica sulla devianza, sull’espressione delle pulsioni e degli istinti, sulla natura dell’irrazionale e del difforme  ... il progetto di una compagnia che aggrega artisti che condividono un’esperienza professionale militante … un’idea di teatro politico, visionario e metafisico, in bilico tra squilibrio e armonia, tra narrazione e astrazione, tra l’espressione dei simboli dell’immaginario collettivo e l’utopia … un atto di amore politico e di eversione poetica che cerca di dare parola e azione a chi non ce l'ha attraverso la creazione artistica, ultimo spazio di libertà capace di creare mondi immaginari e gesti di reciproco contagio tra le differenze  …una bottega di formazione per giovani attori e studenti universitari, luogo di perfezionamento disciplinare e umano basato sulla cultura della diversità e sull’apprendimento della metodologia del gioco del sintomo, applicando tecniche d’ascolto e d’espressione …

VANGELI DI STRADA di Alessandro Garzella con Giulia Benetti, Valentina Grigò,  Francesca Mainetti,  Chiara Pistoia e la partecipazione scenica di  Federica Agnello, Lisa Borali,  Antonio Caggioni,  Valentina Cortesi, Irene Catuogno, Lisa Crea,  Nicoletta Fasoli, Davide Locatelli, Massimo Neri, Matteo Previtali, Claudia Redolfi, Daniela Visani cavalieri: Paolo Adami, Simona Armanelli, Pier Giacomo Lucchini - amici dei cani, delle oche e dei rapaci: Silvio Aceti, Riccardo Baschenis, Alessio Bonati, Sergio Ubbiali - conduttori di carrozze e assistenza agli animali: Armando Testa, Angelo Dorini, Angelo Martino, Gianluca Mendola,  Ferrari Alessandro, Paolo Chinati, Zerai Ali Neamen, Andrea Lorenzi, Giovanni Losa - musicisti: Dimistri Espinoza, Steve Lunardi , Nicola Garzella - fonico: Carlo Dall’Asta - collaborazione artistica: Rosanna Monti - supervisione  organizzativa: Marco Facoetti - collaborazione progettuale: Giorgio della Vite , Bruno Fiorellino - coordinamento artistico e movimenti degli animali: Pier Giacomo Lucchini diretto e messo in scena da Alessandro Garzella  

Commenti
12/09/2014 | 04:48
Johan ha scritto:
Oh such a beautiful sky you've got here (Pisa)!!!! Especially the last one.. Strange, like one first is paiitnng the trails in the sky, for just some minutes later,,,, another come to paint inside the scratch of the trails..!Lovely, me like!! :) http://hodlsmuffa.com [url=http://ovpkes.com]ovpkes[/url] [link=http://ogptvuwbm.com]ogptvuwbm[/link]

10/09/2014 | 07:49
Stefano ha scritto:
Yeah I agree, it's a second child thing... I cughat our little monkey perched on top of our sideboard one day... she actually learnt to climb before she walked!! She is four years old now and still has the mischievous streak. I keep all my nice things around me - no point locking them away for years and not enjoying them!

09/09/2014 | 15:03
Eddo ha scritto:
I want to tell you that I can very much relate. My ltltie girls (twins) are 2.5 and they have always responded well to 'no', which I can tell you I have congratulated myself about. Well, things have changed, and I am forever shoving books back into our shelves and putting items back into the drawers of my husband's desk. 'No' is not quite as effective as it used to be! http://odlafajqz.com [url=http://qzxsjbroiaj.com]qzxsjbroiaj[/url] [link=http://vvrglvpz.com]vvrglvpz[/link]

08/09/2014 | 06:49
Regiane ha scritto:
Lolo... I feel your pain! For my first and second (both girls), I kept my prtety things and breakables out and the girls just learnt to be gentle with them - I couldn't get them not to touch but they touched gently... But now I am floundering... I now have twin 19 month old boys who are irresistibly gorgeous.... but highly, highly destructive. My vases of fresh flowers get turned into 'mulch' and my breakables do just that....lol. Its a work in progress - maybe I will just have to revert to the minimalist look.. or try to remember that the flaws (ahem..cracks) and imperfections add character. Love your blog.