blog  
 
 
ART ATTACK, immagina...
04/07/2014 | 20:05 | Stampa

“Dall'asfalto spuntano strani arbusti. La natura si riprende piazza San Paolo all'Orto”. Da venerdì 4 a domenica 6 luglio 2014 happening artistico con installazione, musica, live video art e performance teatrale

Da alcuni giorni c'è chi parla di strani sommovimenti a Pisa. Sembra che qualcosa accada nella centralissima Piazza San Paolo all'Orto. Un tizio giura di avere sentito rumori forti provenire dal sottosuolo e… «Eppur si muove!» ci ha gridato, «E' da giorni oramai che li sento! Ne sono certo…Il pavimento della piazza si muove!»  aggiungendo poi:  «L'ho visto davvero. Vicino al marciapiede e davanti alla chiesa». Un altro tale ha rincarato: «Una crepa! Stamani c'era anche una crepa. Qui, nel parcheggio. Fra le auto. Una fessura stretta e profonda». per poi chiederci stralunato : «Ma che succede?! Perché nessuno viene a controllare?  Perché nessuno fa niente ?». Alcune altre persone giurano e spergiurano di altrettanti eventi stranianti, proprio qui, in questa splendida piazza, nel cuore di Pisa…

Da venerdì 4 a domenica 6 luglio in piazza San Paolo all'Orto,  "Immagina". Un happening artistico,un'incursione temporanea con noti artisti pisani attivi nel panorama internazionale. Per illuminare, con i linguaggi dell'arte e della cultura, un luogo di rilevanza storica ed architettonica. Un luogo così bello, con così tanta storia alle spalle, sede di un importante museo, di rilevanza internazionale, la Gipsoteca, e del teatro della città.

Si parte venerdì 4 luglio con l'installazione dell'opera site specific "Natura-lì"  di Gianni Lucchesi, Sandro Bettin e Renzo Lulli (un cantiere a cielo aperto - strane crepe frantumano l'asfalto - virgulti ed arbusti ne spuntano - la natura ci è ostile o è solo più colta?). Durante la giornata si può assistere alla messa in loco dell'installazione artistica che resterà fruibile a tutti e in esposizione fino alle 23.00 di domenica 6 luglio"Natura-lì" vuole farci riflettere sulla primordiale connotazione di questa parte della città (gli orti) e sul sottostare di un aspetto "naturalistico", precedente a questo come ad ogni luogo. Una natura ribelle divenuta straniante, aliena, "altra" rispetto all'intervento regolatore umano. Una riflessione sul confine che c'è tra il concetto di "natura matrigna" e quello di "natura ispiratrice", per un uomo più "civicus".

Si prosegue sabato 5 luglio alle ore 19,30 quando si terrà la perfomance teatrale in strada "Se una sera d'estate un viaggiatore" (appare un viaggiatore - un illustrissimo ospite o un folle? - anche altri viandanti - ipotesi per un diario, florilegio di parole al vento) di Paolo Giommarelli, con Paolo Giommarelli e viandanti (un gruppo di attori e allievi attori che vestirà i panni di fantomatici viaggiatori erranti. Si tratta di una libera interpretazione d'autore che ci offre spunti per scrutare da dentro visioni "diagonali" di Pisa e dei suoi risvolti sociali, culturali, storici, umani. Alle ore 20,15 Maurizio Andruetto e Monica Deri, Architetti Associati, in un breve incontro col pubblico dal titolo "Tracce di una piazza" segneranno le ragioni dell'iniziativa con una ricostruzione urbanistica e inugureranno l'installazione"Natura-lì". Sempre sabato, ma quando il buio sarà calato sulla città, alle ore 22,15 live painting in video art dal titolo "Città enorme, persone piccolissime...tutto soli". Intervento di street art real time in cui l'artista Tommaso Santucci dipinge sui marmi e le parti architettoniche della medioevale facciata della chiesa di San Paolo con l'artificio di una proiezione digitale curata da Pierpaolo Magnani - DN@. L'azione si svolge in simbiosi con "Immaginazioni acustiche" tra flussi di immagine e suoni" live set performance di due maestri dell'improvvisazione jazz: Eugenio Sanna & Edoardo Ricci. (Un artista dipinge su una facciata che non tocca - maestri suonano - vulcano di note e colori - pura improvvisazione).

A coronamento della kermesse sarà realizzata l'opera video "Immagina una piazza" (tutto ripreso - io c'ero - questo è davvero successo - immagini nell'etere). Un documentario dell'azione artistica nelle sue diverse fasi. Con interviste agli autori ed al pubblico. Curata dal regista e videomaker Stefano Alpini.

Commenti