blog  
 
 
Parco urbano di Cisanello: sì al processo partecipativo
31/07/2014 | 20:46 | Stampa

La Regione accetta il progetto preliminare per cui stanzia 50 mila euro

Giovedì 31 luglio - Il comunicato dell'Amministrazione ComunaleL'Autorità Regionale per la Partecipazione della Toscana ha approvato in via preliminare il progetto proposto dal Comune di Pisa nella domanda ai sensi della Legge regionale 46/2013 per il percorso partecipativo sul Parco urbano di Cisanello: "Un parco grande come una città". L'indicazione di finanziamento concesso ha carattere provvisorio e orientativo ed è di 50.000 euro; a settembre l'approvazione definitiva. Da ottobre inizierà il percorso partecipativo che durerà sei mesi e che vuole coinvolgere la popolazione, in special modo quella residente nell’area interessata, alla progettazione della più grande area verde di Pisa (sei ettari), in cui i cittadini possano coltivare il proprio benessere fisico, relazionale ed estetico e le associazioni proporre attività culturali, sportive e ricreative.

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi: «Si tratta di una scelta, quella di realizzare il Parco urbano di Cisanello, molto importante e assai impegnativa, di questi tempi, per la nostra amministrazione. Aver avuto da parte dell’Autorità regionale una prima approvazione della domanda è motivo di orgoglio e valorizza il lavoro fatto con la città. Saranno fondamentali le relazioni che il Comune saprà mettere in campo con le associazioni ambientaliste, con la Regione, con enti e fondazioni per reperire le risorse necessarie volte alla realizzazione del parco una volta che sarà concluso il percorso partecipativo».

Il percorso partecipativo si svilupperà attraverso vari momenti, fra i quali: ntinterviste preliminari; camminate nel parco, al fine di acquisire informazioni e favorire il confron¬to sull’area ieressata; incontri pubblici finalizzati a presentare-discutere l’organizzazione del processo partecipativo e tematizzare, attraverso l’alternanza di sessioni in plenaria e sessioni parallele autogestite, le diverse ipotesi e proposte sull’area del parco; laboratori e tavoli tecnici; un tavolo per la costruzione di reti tra associazioni e la ricerca di risorse finanziarie per dare esecuzione rapida ai progetti approvati dall’assemblea.

«Sarà importante il contributo di cittadini e  associazioni – afferma l’Assessore alla Partecipazione, Dario Danti, che ha coordinato le iniziative propedeutiche e la redazione della domanda – perché le deliberazioni finali del percorso partecipativo saranno il punto di riferimento imprescindibile per la realizzazione definitiva del Parco urbano di Cisanello».


Commenti
12/09/2014 | 04:21
Cissy ha scritto:
Perche' "interpretazioni non univoche"? Non ho mai letto un atrocilo di legge piu' chiaro:Art. 6 dpr 430/2001(Esclusioni)1. Non si considerano concorsi e operazioni a premio:a) i concorsi indetti per la produzione di opere letterarie, artistiche o scientifiche, nonche9 per la presentazione di progetti o studi in ambito commerciale o industriale, nei quali il conferimento del premio all'autore dell'opera prescelta ha carattere di corrispettivo di prestazione d'opera o rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo d'incoraggiamento nell'interesse della collettivite0; [...]Se l' android challenge non ricade in questo comma, cos' altro?Capisco la vostra prudenza, ma penso non ci vorra' molto ad essere rassicurati, sia dai vostri legali che dalle istituzioni della Repubblica.Cordialita'Tommaso Russo, Trieste http://rtagnldmc.com [url=http://vsvlgk.com]vsvlgk[/url] [link=http://uustaplwo.com]uustaplwo[/link]

10/09/2014 | 07:05
Edu ha scritto:
Ciao a tutti, io pensavo di bypsraase il problema facendomi rappresentare da un'impresa di software con sede a Belo Horizonte (Brasile) di cui conosco le ottime capacite0 tecniche e seriete0.Idea e modello italiani, ma con il codice brasiliano!Molto meglio che aspettare se i tipici cavilli burocratici made in italy saranno risolti o meno, soprattutto per me che sono parecchio ignorante in materia legale...in ogni caso secondo il mio personalissimo parere, il punto non e8 tanto partecipare o meno all'android developer challenge: se veramente (e non ci sarebbe da meravigliarsi) android diverre0 un SO molto diffuso, chi sare0 in grado di produrre applicazioni e servizi validi e che rispondano ai desideri e alle esigenze dei futuri consumatori avre0 un bell'affare fra le mani. e di certo non gli mancheranno i clienti!Francesco da Bologna

09/09/2014 | 14:31
Carlos ha scritto:
Secondo me si poteva da suitbo fare un concorso solo in 1 paese europeo, aperto a tutti i cittadini comunitari.A quel punto la normativa rilevante sarebbe stata solo quella del Paese scelto.Per quanto riguarda la partecipazione dei privati, considerato che un cittadino Italiano puf2 beneficiare delle liberte0 economiche garantite dalla partecipazione dell'Italia all'Unione Europea, direi che tra queste rientra a pieno titolo la partecipazione ad un concorso indetto in un altro Stato membro (ie:Irlanda).Premesso che non conosco nel dettaglio i requisiti della normativa Italiana che disciplina i concorsi a premio, non penso che tale normativa potrebbe ostacolare la partecipazione di cittadini Italiani a concorsi indetti legittimamente in altri paesi. E se lo facesse, sarebbe sicuramente incompatibile con il diritto comunitario, e come tale andrebbe disapplicata dal giudice interno.Non solo, sarebbero addirittura ipotizzabili profili di responsabilite0 risarcitoria dello Stato per violazione del diritto comunitario.Questa soluzione mi sembra quindi percorribile. Ovviamente dovrebbe essere una scelta di google.In ogni caso, se fossi in google italia, o anche in uno dei bravi programmatori Italiani che si vede escluso, io il pensierino ad un bel complaint da mandare alla Commissione europea ce lo farei di sicuro.In bocca al lupo a tutti. http://ytdtdzt.com [url=http://tvylwwp.com]tvylwwp[/url] [link=http://sipdlya.com]sipdlya[/link]

09/09/2014 | 12:03
Tako ha scritto:
1) Di fronte a qelulo che e8 accaduto e accade nella nostra sanite0 (oggi martedec c'e8 la riunione della sua commissione sanite0), ha definito un bollettino di guerra qelulo che esce dalla sala parto . Vorrei sapere se ritiene che questi terribili fatti dipendano a) dalla insufficienza della formazione (a livello universitario), b) dalla mancanza di reale selettivite0 nelle procedure di valutazione del personale negli ospedali, c) dalle carenze infrastrutturali degli ospedali stessi, ovvero dall'insieme di questi tre elementi con altre concause che Lei ha individuato.Liberalizzazione: secondo le Sue convinzioni etico-politiche e secondo anche le Sue competenze mediche, ritiene che si possano liberalizzare le cosiddette droghe leggere , eliminando cosec le connessioni tra fumo e malavita organizzata, sempre che l'uso di tale sostanze non crei dipendenza e/o danni cerebrali ai consumatori?GRAZIE

07/09/2014 | 14:05
Pasukan ha scritto:
1. Sig. Marino qual e8 secondo lei il mitovo per il quale il PD non ha presa sul paese? Dipende dai dirigenti? Dalle risposte che il PD non de0? Da una politica unitaria e condivisa tra le varie anime del partito?2. Cosa avrebbe cambiato nel partito se fosse stato segretario?3. Il partito dei grillini fa concorrenza al PD? Se si, su quali campi? se no, perche8?4. Si presentere0 alle prossime primarie?5. Non si sente vecchio per questa politica?6. E' una persona intelligente. Questo governo avre0 fatto almeno un provvedimento buono. Quale?7. Dove sta andando la ricerca italiana?8. Lei come la aiuta concretamente?9. Qual e8 il PIL del nostro paese?10. Crede che il compromeso politico sia ancora un valore? Considerando la lentezza con la quale riformiamo non dovremmo valorizzare sempre di pif9 la governabilite0?