blog  
 
 
Stefano Strata: record di iscritti per il concorso di chitarra
14/10/2014 | 13:18 | Stampa

54 musicisti arriveranno a Pisa da tutto il mondo per l'edizione 2014 del Premio, la quinta

Il Premio Stefano Strata - Città di Pisa è arrivato quest'anno allaquinta edizione: la novità più importante è l’impegno diretto del Comune di Pisa che si sostanzia con la creazione di un comitato organizzatore presieduto dal sindaco Marco Filippeschi e coordinato dall’assessore alla cultura Dario Danti per rendere il concorso, come si legge nel documento di intenti, davvero patrimonio dell’intero territorio pisano. «Anche per questo - ha detto Giuliana Strata, la madre di Stefano - il premio è intitolato anche alla nostra città perché uno dei nostri intenti è anche quello di creare un evento importante per Pisa. Senza tema di smentita si può affermare che davvero questo concorso sia diventato un evento tra i più prestigiosi della nostra città: «Quest'anno - ha detto con orgoglio il maestro Marco Borghini - gli iscritti al concorso sono 54 che è un numero altissimo, se si considera che è secondo solo al prestigioso premio Guitar Foundation of America contava 58 iscritti».

Tre, secondo il maestro Marco Borghini - direttore dell'Accademia Musicale Stefano Strata - i motivi del successo del Premio: un regolamento, scorrevole che apre le porte davvero a tutti, una grandissima giuria e il palcoscenico che è molto suggestivo. Altrettanto significativo il fatto che gli iscritti, che provengono da tutte le parti del mondo quasi venti quest'anno - non sono spesati. Le fasi eliminatorie, che si svolgeranno presso l'Accademia - sono programmate per il 17 e 18 ottobreDomenica 19 ci sarà l'esibizione dei sei finalisti al Teatro Verdi di Pisa: l'ingresso è aperto a tutti ed è gratuito. «È importante sottolineare anche questo aspetto - ha sottolineato l'assessore Danti - perché uno dei principali intenti di chi ha istituito questo premio è di avvicinare tutti alla musica e per questo il ruolo attivo e diretto che da quest'anno ha il Comune assume un significato ancora più importante.»

Il montepremi, che ammonta a 10000 euro è così suddiviso: 5000 euro al primo classificato (e tre concerti), 2500 al secondo, 1500 al terzo e 1000 al quarto. La giuria, che si pronuncia sui primi tre classificati, è composta da grandi nomi della musica: Carlo Marchione, Aniello Desiderio, Judicaël Perroy e Marco Tamayo; il quarto posto viene stabilito dal pubblico che sceglierà tra i finalisti.

Commenti