blog  
 
 
Pisa Book in town 2014
02/11/2014 | 15:05 | Stampa

Nel centro storico scoppia la febbre della lettura con la prima edizione di una nuova rassegna in occasione del Pisa Book Festival

Dal 7 al 9 novembre Pisa sarà la capitale del libro. Perché ci sarà il "Pisa Book Festival", terza fiera italiana dedicata a i libri, dopo quelle di Torino e Roma, e ci sarà anche il "Pisa Book in town".

«Come per altre grande realtà italiane ed europee abbiamo pensato che sarebbe stato giusto dare alla città e a quanti verranno a visitare i saloni del Pisa Book un festival "off"» spiega Nicolò Gaudino, libraio de "L'orsa minore libri e mappe" e promotore di questa rassegna messa in piedi in pochi giorni, grazie alla complicità di un gruppo di amici.

«Vogliamo portare i libri fuori dalle librerie, nei negozi, nelle botteghe, nei ristoranti - spiega Gaudino - senza fare concorrenza a nessuno». Il programma prevede letture ad alta voce, a cura dei soci di LAV (Letture ad alta voce) in luoghi insoliti: «avremo le letture bendate all'erboristeria "Fior di luce" e quelle private all'"Orzo Bruno"». Il programma completo Tra i lettori anche Tommaso Novi de "I gatti mezzi" che invita tutti a «farsi coccolare da chi leggerà per voi, perché leggere a voce alta per qualcuno è un atto d'amore».

Il cartellone prevede anche presentazioni di libri a "L'Orsa Minore" al "Volta Pagina" e, in chiusura, domenica 9, anche una cena letteraria con le ricette di Pellegrino Artusi, all'osteria "Sant'Omobono". In tutto nove location coinvolte nel centro storico.

«Pisa è una città dal grandissimo potenziale culturale, eppure le iniziative fanno fatica a crescere ed affermarsi, tra i pisani domina lo scetticismo» continua Gaudino, che invece dimostra di crederci. Da tre anni alla guida della graziosa libreria di via Coccapani, dedicata ai viaggi, ha realizzato il sogno di dare vita ad un luogo di ritrovo dove spesso i libri sono solo il punto di partenza per stare insieme, conoscersi e condividere sogni ed idee. E, come in questo caso, portarle fuori dagli scaffali per offrirle all'intera città.

Graziana Maggi, da PisaInformaFlash

Commenti