Capitale della cultura: chi la promuove
07/10/2013 21:02

Le istituzioni, i soggetti aderenti e gli operatori del territorio si sono riuniti nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti per scoprire i punti salienti della candidatura di Pisa a capitale europea della cultura.

L’assessore Danti ha illustrato, insieme al sindaco Filippeschi, tutte le caratteristiche del progetto.

Il progetto pisano parla di navigazione in tutti i sensi: “Pisa: dal fiume, al mare, all’Europa. Navigando fra tradizione ed innovazione”. Una navigazione che partendo dalle radici storico-culturali della città, si apre alle culture mediterranee ed europee.

Il progetto prevede il completamento del museo delle navi antiche, la creazione di un percorso visivo che descriva le tappe evolutive della Piazza dei Miracoli, il completamento di lavori pubblici ( cittadella galileiana e giardino scotto), lavori di recupero (San Zeno, Batione del Barbagianni, torre di sant’Agnese).

Navigare, quindi come concetto di percorso attraverso le diverse realtà della città, un percorso che nel tempo passa dal passato al presente e ci porta al futuro e nella rete e che abbraccerà l’arte la cultura, la scienza e le professionalità.

Il titolo di capitale della cultura è una grande opportunità per completare i cambiamenti che la città di Pisa e rilanciare il suo ruoli di città europea.

Il 18 ottobre il progetto verrà presentato anche alle associazioni.

GUARDA IL NOSTRO DOSSIER SULLA CANDIDATURA